image

Furto e Taccheggio

Carissimi lettori, oggi parliamo di una vera e propria piaga che colpisce i supermercati di ogni dimensione ed insegna:

I FURTI ED I TACCHEGGI
Non è mia abitudine muovere proteste o fare illazioni, però essere in un paese in cui noi facciamo il nostro dovere, le forze dell’ ordine idem e questi personaggi di tutte le nazionalità vengono nei nostri supermercati e rubano e taccheggiano rimanendo impuniti perché nn li si può arrestare; anzi se osi alzare la voce rischi anche di prendere una denuncia.
L’ ultima situazione di taccheggio mi è successo qualche tempo fa.
Mi trovavo in negozio e ho visto un uomo che si aggirava vicino agli scaffali dei liquori.
Insospettivo mi sono recato fuori dall’ uscita del negozio, punto dal quale potevo vedere le casse, come volevasi dimostrare: questo tizio è uscito dal passaggio Uscita Senza Acquisti.
Io stesso l’ ho fermato immediatamente invitandolo a recarsi in magazzino. Non perquisitelo o mettete le mani nella loro borsa per non essere denunciati ( siate furbi!!!).
L’ ho invitato ad aprire il giaccone e da lì sono uscite 5 bottiglie di Sambuca Molinari…..
Ho chiamato la polizia che è prontamente intervenuta.
La polizia Ha rilevato l’ accaduto, ha preso le generalità mie e del tizio e mi ha riconsegnato il maltolto. Poi la stessa Polizia ha lasciato andare libero il taccheggiatore ed ha invitato me a sporgere immediatamente denuncia.
RISULTATO: 2 ore perse da parte mia…
“Invito i Signori che ci governano, i signori che ci giudicano, a fare per favore il vostro dovere fino in fondo per aiutarci a debellare questa piaga:
La bottiglia di whisky o la crema da viso sono il nostro guadagno quotidiano, quindi per non non è ” una modesta somma” perché da noi passano centinaia di persone al giorno…..”
Passato questo momento di sfogo torniamo a noi.
Prevenire e combattere questi piccoli crimini è sempre difficile e noi dobbiamo mettere tutta la nostra forza per ridurli.
Naturalmente, visto che parliamo di guadagno, non possiamo non tenere conto di quanto costa questa lotta.
Assumere un persona dipendente che si occupa solo di questo, significa almeno 25.000€ all’ anno che a voi costerà e, se fate orario continuato, coprite solo metà orario di apertura.
Stesso dicasi utilizzando una guardia giurata.
I sistemi antitaccheggio sono facilmente eliminabili, attraverso borse foderate di carta stagnola (magari rubata nel vostro stesso negozio) o strappando l’ etichetta adesiva e questi sistemi sono anche terribilmente costosi come installazione e come preparazione: pensate a quante bottiglie dovrete mettere il collarino antitaccheggio o l’ etichetta adesiva.
Allora che fare?????
Essere noi stessi a occuparsi di questo non facendo altro????
A mio avviso per i fatturati che noi esprimiamo mediamente sia inutile arrovellarsi le budella e i pensieri per debellare il problema.
Bisogna bensi non lasciare correre quando voi o vostri collaboratori si accorgono della persona che commette il reato, chiamare subito la forza di pubblica sicurezza e sporgere denuncia senza farsi influenzare dai loro piagnistei in svariate lingue.
NON SUCCEDE NULLA A SPORGERE DENUNCIA,
E’ UNA PERDITA DI TEMPO
MA SE NON DENUNCIATE NON C’E’ CARTA
E QUINDI RIMANGONO INCENSURATI
Ricordate che i prezzi consigliati tengono conto di una percentuale di taccheggio, cercate non farla aumentare sottovalutando il problema, ma badate bene che la cura non sia più costosa del male.
Un consiglio che vi posso dare secondo me lo state già facendo: mettete sotto chiave liquori, lamette e polident.
Per chi non lo ha ancora fatto per timore di perdere vendite, guardate a che margini rivendete tali prodotti: secondo me non superano il 2%.
Ha più timore di perdere le proprie vendite il franchisor o il cedi, ma per voi questi sono acquisti quindi è tutta un altra storia.
Buoni margini…..

Categorie: Conto Economico