memo per controllo e penna biro per appunti

Il controllo dei risultati – parte 2 di 2

IL CONTROLLO DEI RISULTATI DELLE VENDITE (parte 2 / 2)

Clic qui per la primfa parte

Ciao a tutti, rieccoci a parlare di come controllare al meglio le vendite per evitare di fare tanto sforzo per nulla: allestiamo bancali e bancali promozionali di acqua, bibite, detersivi, pasta e a chi le vendiamo?

BAR, RISTORANTI, PICCOLI RIVENDITE PACHISTANE O CINESI

CHE MAGARI CI PAGANO ANCHE CON I BUONI PASTO

Vi ricordate nella prima parte (se non te la ricordi clicca qui), dopo i conteggi che ci siamo chiesti:

Allora cosa si deve fare per vendere l’ offerta guadagnando???

E siamo partiti intanto da “cosa non essere”….

Intanto non siate quelli che furbescamente

  • non applicano il prezzo di offerta nonostante il prodotto sia a volantino

  • facciano finire le scorte di offerta i primi 2 giorni

  • facciano finta che non sia arrivato il prodotto a volantino e ne offrono uno “alternativa” ma che marginalizzi

Beh, dovete essere e fare questo:

SIATE QUELLI CHE USANO IL PRODOTTO IN OFFERTA

PER VENDERE 3 PRODOTTI A PREZZO PIENO

e come fare ???????

  1. Allestite la zona promozionale con il 50 % di prodotti a volantino e l’ altro 50% di prodotti in offerta “IN STORE” ossia quei prodotti che, trattando con il fornitore oppure attingendo dalle occasioni d’ acquisto del gruppo, riuscite ad acquistarli con un certo sconto che rigirerete al cliente senza perdere di marginalità

  1. Zona promozionale dinamica. Non tenete per tutta la durata dell’ offerta ma sostituitela a metà della sua durata. Nei giorni della partenza inserite in questa zona i prodotti leader e da richiamo che solitamente avete in offerta con marginalità negativa, ma che saranno i prodotti ben visibili nel volantino distribuito; poi nella seconda parte, quando passati 5,6 giorni il volantino non viene più considerato dal cliente,  inserite prodotti comunque a volantino ma che non essendo leader lascia margine di guadagno

  1. Banchi freschi. Create una zona promo anche piccola in cui massificherete l’ esposizione del prodotti a volantino attorniato però da prodotti complementari a prezzo pieno. Ad esempio se avete in offerta i finocchi, massificate questi ultimi, ma attorno inserite carote cipolle di tropea ed altre verdure per pinzimonio; così il cliente non prenderà solo i finocchi non lasciandovi nulla di guadagno, ma si farà tentare anche da altri prodotti per creare la ciotola da mettere in tavola.

  1. Vendita confezioni più grandi. Se avete il take away della carne o dei formaggi, fate confezioni più pesanti o addirittura confezioni famiglia, o ancora preparate delle fette di formaggio più ampie del solito. Per esempio avete il Parmigiano Reggiano in super offerta, mettete in evidenza le confezioni da 800 g o da 1 kg, mentre i pezzi più piccoli lasciateli nella loro posizione di vendita a prezzo standard.

  1. Banchi freschi serviti. Obbligate i Vostri commessi a non proporre la referenza in offerta (si vende comunque da sola). Se chiedono 100 g di Cotto, partite indicando al cliente il migliore e quindi quello più caro e via via arrivate alla fine con quello in offerta.

  2. Eccetera Eccetera Eccetera Si perché se ci pensate bene delle soluzioni per sfruttare a nostro favore il volano delle vendite promozionali ce ne sono, e “a nostro favore ” significa senza svenare i margini ma anzi guadagnando. Se non ti viene in mente null’altro, compila la richiesta di contatto, sarò felice di aiutarti.

Buone Vendite e sopratutto buoni guadagni.

Categorie: Conto Economico