checkout-girls_1242351c

La pulizia e l’igiene del negozio

Buon giorno, o buona sera o buona notte, a seconda di quando leggerete questo nuovo articolo.

Oggi Vi parlo di una cosa assolutamente innovativa e di moderna concezione: LA PULIZIA

Non sto scherzando, oggi più che mai la pulizia è una condizione EZZENZIALE per una conduzione moderna e performante.

SE NON HAI IL NEGOZIO PULITO
ATTIRI CLIENTI CHE SONO SPORCHI
CHE SPENDONO POCO
e CHE  …PRETENDONO COME SE FOSSERO CLIENTI TOP

Come detto la pulizia è una condizione SINE QUA NON per vendere: puoi essere il migliore nella gestione dei banchi freschi, puoi avere i prodotti migliori, può essere il meno chiaro della piazza ma
Sa it un manlett t’sarè sol un manlett
(Se tu sei sporco sarei solo e sempre uno che vive nella sporcizia e che vende sporcizia)
Noi ci possiamo considerare persone pulite, possiamo pensare di avere un negozio pulito ma finché non ci GUARDIAMO con occhi critici non lo saremo mai!!!!!!!!

Quante volte vedete la carta nella  griglia del banco e vi giustificate con ” qua ci vuole il frigorista”.
Quante volte vedete la ragnatela sull’ uscita di sicurezza e Vi dite ” è una pulizia he va fatta a negozio chiuso”
Quante volte lasciate un pavimento sporco, specialmente nella stagione dell’ uva nel reparto orto frutta, dicendo ” ora c’è gente dopo sporcherebbero di più”

BALLE

SIETE SPORCHI ED IL VOSTRO NEGOZIO È UN PORCILE
IL CLIENTE APPREZZA QUANDO ANCHE IN SUA PRESENZA PULITE

utilizzando naturalmente gli accorgimenti del caso.

Non smettete mai di GUARDARE IL VOSTRO NEGOZIO CON OCCHI DEL CLIENTE.

Il cliente vede il disordine, la sporcizia, il marciume e NON ve lo dice ma vi critica con la sua ristretta cerchia di amici.

Da lì si propaga a macchia d’ olio e voi sarete sempre etichettati come ” da Gigi al manlett” ( da Gigi lo sporco)
Lo so che vivendo il negozio ogni giorno molte cose scappano, è naturale, ma voi non potete permetterlo.
Io, tra i miei collaboratori, avevo individuato una persona, che era una semplice addetta, ma era piuttosto pignola per quanto riguardava la pulizia e l’ ordine: era il tipo che sistema coltelli, carta, pinze ed altro in maniera metodica.
Ebbene a lei ho delegato il controllo delle pulizie; non doveva farle lei ma verificare le pulizie che c’ erano da fare e comunicarle a me.

QUATTRO OCCHI VEDONO MEGLIO DI DUE

A questo punto vi consiglio come fare ad organizzarle al meglio:

  1.  Pianificate le pulizie ordinarie nel Planning di negozio o dei reparti
  2.  Fare le pulizie ordinarie a tutti gli addetti, capo reparto compreso.
  3.  Controllate con un foglio il lavoro di pulizia
  4.  Pianificate le pulizie straordinarie e fatele fare agli addetti in orario di lavoro straordinario ma insieme

Ricordate una cosa: per i vostri addetti NON c’è mai tempo per le pulizie solo perché non le voglio fare

ORDINATE VOI LE PULIZIE
MA NON FATELE VOI

Ciao e alla prossima

Categorie: Vendite